Lunedì, Giugno 27, 2022
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. è una think tank ed una rete di consulenti internazionali per lo sviluppo indipendenti costituita per promuovere ed influenzare politiche doganali e commerciali nei Paesi Africani, al fine di raggiungere riforme di facilitazione del commercio che favoriscano la crescita degli scambi commerciali a livello internazionale e regionale
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Un rete integrata di trasporto intermodale per abbattere i costi di transito delle merci in Asia

There are no translations available.

L’UNESCAP (Commissione Economica e Sociale per l'Asia e il Pacifico delle Nazioni Unite), ossia una delle cinque commissioni economiche regionali tramite cui opera il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) delle Nazioni Unite (organo che si occupa, fra l’altro, dello promozione dello sviluppo economico e dell'assistenza tecnica e finanziaria ai paesi meno sviluppati), sta lavorando al testo di un accordo intergovernativo sugli interporti.

Come i porti marittimi, gli interporti offrono una serie di strutture e di servizi all’interno del territorio, i quali consentono di combinare una o più modalità di trasporto all’interno di un’unica in catena di trasporto. Spesso identificati a livello internazionale con termini diversi (logistics centres, freight villages, inland terminals, inland clearance depots, dry ports, inland freight terminals, inland container depots,  intermodal freight hubs, fino all’italianissimo “retroporto”), la loro funzione principale, oltre quella di assicurare l’intermodalità, è quella di offrire alle merci, ai mezzi e alle persone, una molteplicità di servizi: da quelli generali (es. banche, assicurazioni, uffici postali, ristorazione e servizi igienici, rifornimenti di carburante, manutenzioni e servizi di riparazione per containers e mezzi di trasporto), ad attività in grado di aggiungere valore alle merci introdotte al loro interno (es. attività di prima trasformazione, di immagazzinamento, di smistamento, di imballaggio, di etichettatura e confezionamento), accogliendo al proprio interno le dogane e le altre agenzie governative aventi funzioni di controllo (es. autorità veterinarie, sanitarie, ecc.).

Soprattutto nei Paesi senza sbocco sul mare, gli interporti hanno una valenza strategica, in quanto consentono di spostare le attività ispettive e le formalità legate allo svincolo delle merci dal porto di loro ingresso (od uscita), all’interporto dal quale ne avviene la partenza o l'arrivo, così da decongestionare i primi.

I Paesi asiatici stanno ora puntando sullo sviluppo di una rete di interporti di importanza internazionale al fine di rendere più fluido il commercio e tra le aree costali e quelle interne, riducendo i tempi di transito delle merci all’interno del territorio di queste ultime. L’accordo intergovernativo in questione, del quale è disponibile una bozza provvisoria (l’approvazione definitiva è prevista per aprile/maggio 2013), mira appunto a promuovere lo sviluppo di una rete integrata di trasporto intermodale che vede i suoi nodi critici in alcuni interporti di importanza strategica. La bozza in questione verrà discussa nel corso di un "Ad hoc Intergovernmental Meeting on an Intergovernmental Agreement on Dry Ports" che si svolgerà a Bangkok dal 20 al 22 giugno 2012.

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)