Giovedì, Agosto 18, 2022
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. è una think tank ed una rete di consulenti internazionali per lo sviluppo indipendenti costituita per promuovere ed influenzare politiche doganali e commerciali nei Paesi Africani, al fine di raggiungere riforme di facilitazione del commercio che favoriscano la crescita degli scambi commerciali a livello internazionale e regionale
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Anche il Mozambico ha il suo Single Window

There are no translations available.

Il Mozambico aveva lanciato il suo sistema di single window (denominato Janela Única Electrónica o “JUE”) già a settembre 2011, come progetto pilota presso il porto di Maputo. L’uso dello Sportello Unico per il trattamento delle operazioni di importazione è divenuto obbligatorio a partire dal 9 aprile 2012 presso tale porto, il 23 aprile nel porto di Beira, ed agli inizi di maggio nel porto di Nacala. Ora anche l’ufficio doganale di Tete, capoluogo della provincia occidentale che porta lo stesso nome della città, è collegato al sistema.

Il progetto in questione prevede un processo di sviluppo articolato in più tappe: al momento si occupa solo dell’automatizzazione delle procedure di importazione (le relative dichiarazioni possono infatti essere trasmesse al sistema 24 ore su 24, 7 giorni a settimana, con accettazione/convalida delle stesse effettuata automaticamente dal sistema), ma in futuro verrà esteso anche alle operazioni di esportazione, di transito ed agli altri regimi doganali speciali, i quali per il momento si basano ancora su procedure cartacee. Dall’entrata in vigore del sistema ad oggi sono state processate più di 7.000 dichiarazioni di importazione.

Il progetto sviluppato dal Mozambico si basa su un portale internet il quale contiene una parte informativa (che illustra le procedure da seguire per le operazioni di import/export, come effettuare la classificazione tariffaria delle merci, i tassi di cambio aggiornati delle varie valute straniere, le principali normative che regolano le operazioni di scambio con l’estero, ed un utile modulo che consente di monitorare il flusso delle navi ormeggiate, in arrivo od uscita dal porto di Maputo), ed una parte ad accesso registrato che si interfaccia direttamente con il sistema telematico doganale (MCMS, Mozambique Customs Management System) e dialoga con una serie di Ministeri (Salute, Industria e Commercio, Agricoltura), competenti per il rilascio di licenze di importazione, in modo da consentire agli operatori commerciali il rilascio secondo modalità elettroniche di tali titoli, all’atto stesso della presentazione della dichiarazione di importazione, alleggerendo le formalità burocratiche a loro carico (in quanto viene evitata la presentazione a più amministrazioni degli stessi dati e ridotta la possibilità di errori e manipolazioni degli stessi) ed accelerando i tempi di sdoganamento (per via dei tempi di rilascio più rapidi delle suddette licenze, senza le quali non è possibile ottenere lo svincolo delle merci). Successivamente, l’iniziativa verrà allargata anche ad altre amministrazioni.

Anche alcune banche commerciali sono state coinvolte nel sistema, al fine di consentire agli operatori di utilizzare sistemi di pagamento elettronico e tramite telefono cellulare/palmare dei dazi e degli altri diritti doganali.

Inoltre, il sistema consente di filtrare le informazioni trasmesse dagli operatori attraverso il modulo di analisi dei rischi delle dogane (parte del sistema telematico doganale), per l’individuazione delle operazioni a più elevato profilo di rischio, così da indirizzare le autorità doganali nello svolgimento delle operazioni di ispezione. Infine esso consente di raccogliere i dati forniti dagli operatori in un apposito database che consentirà all'occorrenza di estrarre dati statistici precisi relativi alle operazioni canalizzate attraverso il sistema.

Intanto, l’11 luglio 2012 il Mozambico ha depositato presso l’Organizzazione Mondiale delle Dogane la richiesta di accessione alla Convenzione Internazionale sulla Semplificazione ed Armonizzazione delle Procedure Doganali (Convenzione riveduta di Kyoto). La Convenzione, considerata una raccolta di “best practices” volte a garantire procedure doganali efficaci e moderne, entrerà in vigore nel Paese l’11 ottobre 2012.

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)