Saturday, May 28, 2022
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. is a think tank and a network of independent professional international development consultants established to promote and influence customs & trade-related policies in African nations to achieve trade facilitation reforms aimed at improving international and regional trade
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Common rules for imports from certain third countries: Ukraine out of the list of former Communist countries

With Regulation (EC) n° 519/94, repeatedly amended since its adoption, the EU Council has adopted common rules for imports from certain third countries qualified as "former Communist Countries" (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, North Corea, Kazakistan, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Ukraine, Uzbekistan, Vietnam). Such Regulation introduces also a series of specific provisions aimed to facilitate the activation of vigilance and safeguard measures with regard to the above  Countries.  

The Commission Regulation (EC) n° 110/2009 of 5 February 2009, taking into account the recent Ukranian membership to the World Trade Organisation (WTO) – 16 May 2008 - provides the removal of Ukraine from Annex I to Regulation (EC) N° 519/94 and therefore excluded from the application of such Regulation.

(continues ... in Italian)

La previsione di un tale regime speciale per i paesi non-membri dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) di cui sopra, era giustificata in passato dal monopolio esercitato dallo Stato nel settore del commercio estero. La liberalizzazione dell'economia e del commercio estero avviata anche in tali territori a seguito della caduta del blocco comunista, ha tuttavia indotto la Comunità a mantenere in vigore una legislazione specifica che consentisse la possibilità di istituire misure di vigilanza e di salvaguardia nei confronti dei paesi in questione ogni volta che si registrava un aumento abnorme delle importazioni, oppure che queste ultime venivano effettuate in condizioni tali da recare pregiudizio all'industria comunitaria.

Queste due condizioni (aumento delle importazioni e determinazione di un pregiudizio a carico dell'industria comunitaria), normalmente devono ricorrere in maniera cumulativa ai fini dell’attivazione delle suddette misure di vigilanza e salvaguardia. Nel caso dei Paesi di cui sopra, citati nell’Allegato I del Reg. 519/2004, è sufficiente invece che ricorra anche usa sola di esse, per poter chiedere alla Commissione europea l’apertura delle misure in oggetto.

Il nuovo Regolamento (CE) n. 110/2009 della Commissione del 5 febbraio 2009, tenuto conto della recente adesione dell'Ucraina all'OMC – avvenuta il 16 maggio 2008 - dispone ora la cancellazione di tale paese dall’Allegato I al Reg. 519/1994 e quindi l’esclusione dal campo di applicazione del Regolamento.

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)