Tuesday, January 26, 2021
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. is a think tank and a network of independent professional international development consultants established to promote and influence customs & trade-related policies in African nations to achieve trade facilitation reforms aimed at improving international and regional trade
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Entry and exit summary declarations: the EU sets a transitional period

The European Commission adopted the Regulation n. 273/2009 of 2 April 2009, published on the Official Journal of the European Union L 91 of 3.4.2009, which introduces measures derogating from certain provisions of the Commission Regulation (EEC) n. 2454/93, establishing the implementing provisions of the Community Customs Code. The new Regulation sets a transitional period, from 1th July 2009 to 31th December 2010, during which the presentation to the customs offices of the summary declarations of entry (“pre-arrival declarations" or “ENS”) and of exit (“pre-departure declarations"), will be made optional.

(continues ... in Italian)

Per incrementare i livelli di sicurezza all’interno del proprio territorio, l’UE ha infatti introdotto con il Regolamento (CE) N. 648/2005 del 13 aprile 2005, l’obbligo per gli operatori di fornire una serie di informazioni anticipate, per via elettronica, prima dell'arrivo/partenza delle merci nel/dal territorio doganale della Comunità, fatta eccezione per quelle che attraversano per via aerea o marittima tale territorio senza fare scalo nello stesso.

L’implementazione di tale obbligo, prevista per il 1° luglio 2009, ha tuttavia subito una serie di ritardi per via delle difficoltà manifestate sia da parte di alcuni Stati membri nello sviluppo delle relative applicazioni informatiche di livello nazionale di gestione delle dichiarazioni in oggetto [le quali dovranno a loro volta essere interconnesse con le applicazioni informatiche comunitarie “Automated Export System” (AES) ed “Automated Import System” (AIS)], che da parte degli operatori comunitari per quanto riguarda la predisposizione dei loro sistemi informatici aziendali allo scambio con le dogane dei suddetti messaggi elettronici (vedasi il nostro articolo).

Di conseguenza, non essendo possibile rispettare il termine del 1° luglio, le istituzioni comunitarie hanno deciso di rendere la presentazione delle dichiarazioni di pre-arrivo e pre-partenza obbligatoria solo a partire dal 1° gennaio 2011, rendendola invece facoltativa dal 1° luglio 2009 al 31 dicembre 2010.

Durante il periodo transitorio, le merci coperte dalle suddette pre-dichiarazioni beneficeranno di tempi di svincolo più rapidi (essendo l’analisi dei rischi anticipata ad un momento preliminare rispetto alla loro introduzione od uscita dal territorio doganale comunitario), mentre quelle non oggetto di dichiarazione sommaria (di ingresso o di uscita) continueranno ad essere assoggettate all’analisi dei rischi solo dopo il loro arrivo/partenza entro/da tale territorio.

Per ulteriori informazioni vedasi il Comunicato Stampa MEX/09/0402 del  02/04/2009 (punto n. 12).

 

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)