Venerdì, Ottobre 30, 2020
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. è una think tank ed una rete di consulenti internazionali per lo sviluppo indipendenti costituita per promuovere ed influenzare politiche doganali e commerciali nei Paesi Africani, al fine di raggiungere riforme di facilitazione del commercio che favoriscano la crescita degli scambi commerciali a livello internazionale e regionale
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Notizie

Commercio sicuro e scannerizzazione del 100% dei containers

There are no translations available.

La Commissione europea ha pubblicato un documento di lavoro nel quale vengono analizzati i problemi connessi all’attuazione della regola della scannerizzazione del 100% dei container destinati agli USA varata nel luglio 2007 dal Congresso americano. Secondo tale rapporto, l’implementazione di tale misura di sicurezza, prevista dall’art. 905 dell’Improving America’s Security Act, richiede considerevoli investimenti da parte dei porti dai quali partono i flussi di merci a destinazione USA e determina aumenti dei costi di trasporto per le imprese, i quali si ripercuotono in ultimo sul prezzo finale delle merci, e quindi sui consumatori. A tale misura inoltre, secondo la Commissione non necessariamente corrisponde un incremento della sicurezza a livello globale.

Leggi tutto...

Sigit: parte dal Lazio la sperimentazione del processo tributario telematico

There are no translations available.

Parte da oggi (martedì 16 febbraio) l’avvio della fase sperimentale del processo tributario on-line, meccanismo che consente - tramite l’interazione telematica delle procedure del contenzioso tributario, della PEC e della firma digitale - il deposito telematico di ricorsi e degli altri atti processuali presso le Commissioni tributarie, la consultazione on-line del fascicolo informatico del processo e la notifica elettronica del dispositivo delle sentenze emesse dalle Commissioni Tributarie.

Leggi tutto...

Origine non preferenziale e criterio della "trasformazione o lavorazione sostanziale"

There are no translations available.

Con sentenza del 10 dicembre 2009, “Bundesfinanzdirektion West/Heko Industrieerzeugnisse GmbH”, (Causa C-260/08), la Corte di Giustizia UE fornisce ulteriori chiarimenti riguardo al criterio di cui all’art. 24 del Regolamento (CEE) del Consiglio 12 ottobre 1992, n. 2913 (Codice Doganale Comunitario), per quanto riguarda la determinazione dell’origine delle merci ottenute attraverso processi di lavorazione effettuati in due o più paesi diversi. In base a tale disposizione, “Una merce alla cui produzione hanno contribuito due o più paesi è originaria del paese in cui è avvenuta l'ultima trasformazione o lavorazione sostanziale, economicamente giustificata ed effettuata in un'impresa attrezzata a tale scopo, che si sia conclusa con la fabbricazione di un prodotto nuovo od abbia rappresentato una fase importante del processo di fabbricazione”.

Leggi tutto...

Dogane USA: guida alla presentazione delle informazioni vincolanti

There are no translations available.

La U.S. Customs and Border Protection (CBP) ha recentemente pubblicato sul proprio sito web una nuova “Informed Compliance Publication” sulla presentazione di richieste di “ruling” all’autorità doganale. Il “ruling” è un istituto che corrisponde grosso modo a quello delle informazioni vincolanti in materia tariffaria (ITV) o di origine (IVO) di cui al Codice Doganale Comunitario. Si tratta in sostanza di una decisione delle dogane, adottata sotto forma di lettera (“letter of ruling”), la quale comunica all’operatore, su sua richiesta, le modalità con cui verranno trattate date merci sotto il profilo della classificazione tariffaria e/o dell’origine al momento della loro importazione nel Paese. Ciò consente all’operatore di evitare errori nella dichiarazione doganale delle merci e di imbattersi in eventuali sanzioni.

Leggi tutto...

RAPEX: la Commissione europea approva le linee guida

There are no translations available.

Con Decisione 2010/15/UE del 16 dicembre 2009, la Commissione europea ha adottato le linee guida per la gestione del sistema comunitario d’informazione RAPEX, nonchè della procedura di notifica di cui all’articolo 11 della Direttiva 2001/95/CE relativa alla sicurezza generale dei prodotti.

Il RAPEX costituisce un sistema di allerta rapida, istituito dall’articolo 12 della Direttiva 2001/95/CE, il quale permette agli Stati membri (tramite appositi punti di contatto, che per l’Italia è il Ministero dello Sviluppo Economico, ex Direzione Generale per la tutela dei consumatori) ed alla Commissione, di scambiarsi informazioni sui prodotti di consumo (diversi dagli alimenti, i prodotti farmaceutici ed i presidi medici), che presentano un rischio grave per la salute e la sicurezza dei consumatori e sulle relative misure ed azioni adottate.

Leggi tutto...

Altri articoli...

Pagina 50 di 67

50

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)