Martedì, Luglio 16, 2024
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. è una think tank ed una rete di consulenti internazionali per lo sviluppo indipendenti costituita per promuovere ed influenzare politiche doganali e commerciali nei Paesi Africani, al fine di raggiungere riforme di facilitazione del commercio che favoriscano la crescita degli scambi commerciali a livello internazionale e regionale
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Notizie

Nomenclatura combinata: nuova voce di classificazione per apparecchi aerosol

There are no translations available.

Con il Regolamento (UE) di classificazione n. 428/2011 della Commissione del 27 aprile 2011 sono state apportate alcune modifiche al Regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio, del 23 luglio 1987, relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune. Le modifiche in questione si riferiscono in particolare a determinate tipologie di erogatori aerosol, descritte all'interno della colonna 1 della tabella allegata al Regolamento in oggetto e per le quali viene disposta la classificazione all’interno delle voci di nomenclatura combinata riportate nella colonna 2.

Novità in materia di import di alimenti dal Giappone

There are no translations available.

Il Regolamento di esecuzione (UE) N. 351/2011 della Commissione dell'11 aprile 2011 modifica alcune disposizioni del Regolamento di esecuzione (UE) n. 297/2011 (vedi nostro articolo), aggiungendo allo stesso un nuovo Allegato II contenente l'indicazione dei livelli massimi accettati ai fini dell'immissione sul mercato europeo degli alimenti per animali e dei prodotti alimentari originari del Giappone o da esso provenienti (vedasi, per quanto riguarda l'Allegato II, la rettifica pubblicata in GUUE n. 98 del 13/04/2011).  I beni non conformi saranno eliminati in condizioni di sicurezza o rispediti al paese di origine.

Leggi tutto...

Precursori di droga: nuove modifiche all’Allegato IV del Reg. (CE) n. 1277/2005

There are no translations available.

L’Agenzia delle Dogane, con la circolare 13/D dell’11 aprile 2011, informa che il Regolamento (CE) n. 225/2011 della Commissione del 7 marzo 2011 ha aggiornato l’Allegato IV del Regolamento (CE) n. 1277/2005 (vedasi, per l’ultima modifica intervenuta nel 2009, il nostro articolo). L’Allegato IV del sopracitato regolamento elenca per ciascuna delle sostanze definite “precursori di droga”, classificabili in particolare nelle categorie 2 e 3 di cui all’Allegato del Regolamento (CE) n. 111/2005, i paesi in relazione ai quali è necessaria una notifica preventiva all’esportazione contenente alcune informazioni sulla sostanza, sul punto di entrata e sui soggetti che provvedono alla sua esportazione ed importazione (da trasmettere alle autorità competenti del paese di destinazione).

Leggi tutto...

Logo biologico solo per gli operatori soggetti al sistema di controllo per l’agricoltura biologica

There are no translations available.

Il Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio, del 28 giugno 2007, applicabile a decorrere dal 1° gennaio 2009, ha fissato un quadro normativo armonizzato nell’UE per i prodotti biologici, stabilendo gli obiettivi e i principi applicabili a questo tipo di produzione e definendo le norme che disciplinano la loro produzione, l'etichettatura, i controlli e gli scambi con i paesi terzi. Il regolamento in questione si applica in particolare ai seguenti prodotti, provenienti dall’agricoltura, inclusa l’acquacoltura, qualora immessi sul mercato o destinati ad essere immessi sul mercato:

Leggi tutto...

Dazi doganali supplementari sulle importazioni di determinati prodotti originari degli USA

There are no translations available.

Il 16 gennaio 2003, l’Organo di Appello dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) sanciva l’incompatibilità con le regole dell’Organizzazione della legge americana nota come "Byrd amendment" (Continued Dumping and Subsidy Offset Act o “CDSOA”), approvata nel 2000, che prevedeva la possibilità che il governo americano ridistribuissse gli introiti dei dazi antidumping e compensativi percepiti, a quelle imprese americane che erano state danneggiate da tali pratiche. A seguito del rifiuto per lungo tempo, da parte degli Stati Uniti, di abrogare o modificare la legge in questione (accusata di rappresentare una forma di sussidio nascosto a favore di tali imprese), l’Unione Europea veniva autorizzata dal WTO ad applicare contro gli USA delle misure ritorsive su certi prodotti di origine americana. A tal fine è stato istituito il Regolamento (CE) n. 673/2005 del Consiglio del 25 aprile 2005, che prevede un dazio doganale ad valorem supplementare del 15% sulle importazioni di determinati prodotti originari degli USA elencati nell’allegato I del Regolamento, a partire dal 1° maggio 2005.

Leggi tutto...

Altri articoli...

Pagina 122 di 152

122

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., 46, Rhapta Road, Westlands, Nairobi (KENYA)