Mercoledì, Settembre 22, 2021
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Desiderio Consultants Ltd. è una think tank ed una rete di consulenti internazionali per lo sviluppo indipendenti costituita per promuovere ed influenzare politiche doganali e commerciali nei Paesi Africani, al fine di raggiungere riforme di facilitazione del commercio che favoriscano la crescita degli scambi commerciali a livello internazionale e regionale
Creativity, Commitment to Excellence, Results

Notizie

Classificazione di apparecchi multifunzione: la Corte di Giustizia CE fornisce alcune precisazioni

There are no translations available.

La Corte di Giustizia delle Comunità Europee (CGCE), con sentenza della Terza Sezione dell’11 dicembre 2008 (pubblicata in GUUE C 32 del 7.2.2009), emessa su domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Tribunale di primo grado di Parigi nell’ambito delle cause riunite “Kip Europe SA, Kip (UK) Ltd, Caretrex Logistiek BV, Utax GmbH” (C-362/07) e “Hewlett Packard International SARL” (C-363/07) c/ Administration des douanes — Direction Générale des douanes et droits indirects, fornisce alcuni chiarimenti riguardo alla classificazione nella nomenclatura combinata (NC) di apparecchi multifunzione costituiti da un'unità stampante laser, un’unità scanner ed un computer.

Leggi tutto...

Regime comune applicabile alle importazioni da alcuni paesi terzi: Ucraina fuori dalla lista dei Paesi ad ex commercio di Stato

There are no translations available.

Con il Regolamento (CE) n. 519/94, più volte modificato dalla data della sua emanazione, il Consiglio dell’UE ha adottato un regime comune applicabile alle importazioni nella Comunità europea da alcuni paesi terzi qualificati come ex paesi comunisti (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Corea del Nord, Kazakistan, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Ucraina, Uzbekistan, Vietnam). Tale Regolamento contiene una serie di disposizioni specifiche volte a facilitare l’attivazione di misure di vigilanza e salvaguardia nei confronti dei suddetti Paesi.  

Leggi tutto...

Sentenza "Beemsterboer", linee guida dalla Commissione europea sull’interpretazione dell’art. 220, par. 2. Lett. b) CDC

There are no translations available.

L’Agenzia delle Dogane, con nota prot. 67734/08/RU del 30/01/2009 segnala che la Commissione europea, con il documento TAXUD/2006/1222 ha fornito delle linee guida relative all’interpretazione dell’art. 220, par. 2. lett. b) del Codice Doganale Comunitario (Reg. (CEE) 2913/1992), relativo alla non contabilizzazione dei dazi dovuti per errore dell’autorità doganale. Tali chiarimenti si sono resi necessari a seguito della nota sentenza "Beemsterboer" (Corte di Giustizia delle Comunità Europee, sent. 9 marzo 2006, causa C-293/04).

La questione riguardava un recupero a posteriori di dazi all’importazione ai sensi dell’art. 220 (2) (b) del Codice Doganale Comunitario.

Leggi tutto...

Istituito un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di determinati elementi di fissaggio in ferro o acciaio originari della Cina

There are no translations available.

Con Regolamento (CE) N. 91/2009 del Consiglio del 26 gennaio 2009 è stato istituito un dazio antidumping definitivo su determinati elementi di fissaggio in ferro o acciaio non inossidabile, ovvero viti per legno (esclusi i tirafondi), viti autofilettanti, altre viti e bulloni a testa (anche con relativi dadi o rondelle, ma escluse le viti ottenute dalla massa su torni automatici a «décolleter » di spessore di stelo inferiore o uguale a 6 mm ed esclusi viti e bulloni per fissare gli elementi delle strade ferrate) e rondelle, originari della Repubblica popolare cinese, dichiarati con i seguenti codici NC:

Leggi tutto...

Depositi IVA: introdotta norma di interpretazione autentica dell’art. 50 bis, co. 4 del DL 30 agosto 1993 n. 331

There are no translations available.

Con legge 28 gennaio 2009 , n. 2, pubblicata in Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana serie generale n. 22 - supplemento ordinario del 28 gennaio 2009, è stato convertito in legge il decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale. Tra le novità più interessanti ai fini fiscali-doganali v’è l’introduzione (art. 16) di una norma di Interpretazione autentica relativa all’articolo 50 bis, comma 4, del d.l. 30 agosto 1993 n. 331, convertito con modificazioni in l. 29 ottobre 1993, n. 427, ossia all’articolo che ha introdotto e disciplina all’interno dell’ordinamento italiano i depositi IVA.

In base a tale norma, i servizi di consegna al depositario di cui al comma 4, lettera h), d.l. 331/1993 (ossia le prestazioni di servizi - comprese le operazioni di perfezionamento e manipolazioni usuali - relative a beni custoditi in un deposito IVA, anche se materialmente eseguite non nel deposito stesso, ma in locali limitrofi e sempre che, in tal caso abbiano durata non superiore a 60 gg.), costituiscono ad ogni effetto introduzione nel deposito IVA.

Altri articoli...

Pagina 80 di 84

80

View Danilo Desiderio's profile on LinkedIn

 

Copyright © 2011

Desiderio Consultants Ltd., Mandera Road, Kileleshwa, Nairobi (KENYA)